C GOLD – Difficile spuntarla con Forio

FORIO BASKET – BASKET VENAFRO 93-70

FORIO BASKET: Sorrentino 13, Loncarevic 9, Gandoy 22, Louiserre 21, Iacono ne, Polito 2, Conforto 3, Di Napoli 10, Gonda 13.

BASKET VENAFRO: Cocozza 8, Pignalosa 19, Montanaro 5, Pirozzi 4, Minchella 15, Capocci 2, Pesic 5, Romanelli, Bandera 2, Santoro, Carcillo ne, Barreiro 10.

Bisognava fare una partita perfetta e dare ancora qualcosa in più per battere Forio Basket a Pozzuoli.
La partita dei gialloblù non è stata perfetta, ma non è stata neppure una brutta prestazione. Coach Valente si è presentato a Pozzuoli con la formazione non ancora al 100%: Pignalosa sta giocando dolorante, Carcillo non rientra ancora nelle rotazioni e Casapenta è bloccato dall’infortunio.

La vittoria di Avellino ha però dato grande forza alla squadra, che, dopo soli quattro giorni dall’ultima uscita ufficiale, si è ritrovata ad affrontare una big del campionato.
I primi due quarti sono stati assolutamente all’altezza, malgrado lo sforzo per recuperare di volta in volta lo scarto prodotto dai break dei padroni di casa. Per venticinque minuti, i venafrani sono stati in partita e in un’occasione la tripla di Minchella ha segnato persino il momentaneo vantaggio sul +1.

Qualcosa però è certamente mancata. E mentre contro Catanzaro erano venuti meno gli esterni, con Forio a mancare è stato soprattutto l’apporto di Pesic, completamente annullato da Loncarevic. Il lungo gialloblù non aveva mai chiuso una partita sotto la doppia cifra e il suo lavoro in post-basso in questa partita ha prodotto poco in termini di punti e di palle servite per i compagni. Molto meglio i piccoli, con Pignalosa tornato protagonista e Minchella, Pirozzi e Montanaro a fare tanto lavoro sporco sia in fase offensiva che in fase difensiva. Barreiro ha faticato un po’ a entrare in partita all’inizio, ma ha chiuso comunque con una doppia-doppia (10 punti e 10 rimbalzi) una discreta partita.

Il Venafro ha sprecato tanto in termini di energia nelle prime frazioni di gioco. Recuperare ogni volta un gap di 5-10 punti è costato tanta fatica, sia fisica che mentale. Alla metà del terzo quarto il match era ancora abbondantemente aperto, ma poi i padroni di casa sono venuti fuori e hanno preso d’assalto il canestro avversario. Gandoy e Louiserre hanno chiuso entrambi sopra i 20 punti (22 il primo, 21 il secondo), approfittando delle leggerezze e della stanchezza dei venafrani. La squadra di coach Valente ha concesso troppo in difesa e a rimbalzo nella seconda metà di gioco e i ragazzi in maglia rossa non si sono fatti sfuggire l’occasione.

La partita è terminata 93-70, un gap che può sembrare eccessivo, ma che è maturato tutto nella fase terminale del match.
La prossima dei gialloblù è in casa con Angri, un’altra buona formazione che, però, non spaventa coach Valente.

C’è ancora una settimana per lavorarci su e recuperare appieno Pignalosa e Casapenta.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi