C GOLD – Arriva anche la prima vittoria in trasferta

PALLACANESTRO MADDALONI – BASKET VENAFRO 73-85

S. MICHELE MADDALONI: D’Antonio, Vallone ne, Matulina ne, Verazzo 14, Mpeck, Loiq Marie 13, Arciero 11, Prete, Spallieri 3, Verazzo A 21, Morra 6, Mormile 5

BASKET VENAFRO: Cocozza 3, Pignalosa 22, Casapenta 7, Capocci ne, De Santis, Minchella 9, Montanaro, Pesic 21, Pirozzi, Cicchetti ne, Romanelli 1, Barreiro 22

.
Si chiude con un bilancio più che positivo questo primo ciclo di partite della Basket Venafro nel campionato di C Gold. Tre vittorie e una sconfitta che fanno ben sperare per il futuro e che, per il momento, ci pongono in una posizione classifica piuttosto comoda.
La partita di Maddaloni non è una partita come le altre. È la prima dei campani al Palasport senza Pasquale De Filippo, l’anima della società maddalonese, e la forte carica emotiva che accompagna il match è palpabile fin da subito.
Difronte, i ragazzi di coach Valente trovano una formazione giovanissima, composta da soli u18 che, però, sabato scorso hanno dato del filo da torcere ad una big del campionato come Avellino, battendola sul parquet avversario.
I ritmi sono subito serrati: difesa alta, atletismo e tanta corsa da parte dei campani, che impostano la partita sul piano fisico e sull’esplosività, le armi migliori a disposizione di coach Monda.
Nel primo quarto, però, i gialloblù trovano buone soluzioni dall’arco e qualche giocata in post basso con Pesic, mettendo a segno 27 punti con ottime percentuali di tiro (71% contro il 36% dei padroni di casa).
All’inizio del secondo periodo, i campani sembrano tornare in scia. Ma, sebbene dal punto di vista atletico siano un passo avanti rispetto ai venafrani, del piano tecnico non si può dire lo stesso: continuano a tirare con percentuali di successo notevolmente inferiori rispetto alla squadra ospite e producono poco a livello di gioco. Al riposo lungo si va con il risultato di 33-43, con Pesic, Barreiro e Pignalosa già in doppia cifra.
Nella ripresa, il pressing a tutto campo e i raddoppi difensivi si fanno sentire molto di più. I Verazzo fanno muovere più spesso la retina, mentre su Pignalosa si serrano i ranghi difensivi. Malgrado le mani addosso e la difesa asfissiante, il play in maglia Venafro riesce comunque ad aprire gli spazi e a creare gioco, mandando facile al ferro la coppia di lunghi.
Maddaloni però non vuole arrendersi e nell’ultimo periodo dà anima e corpo per portare a casa il risultato. La partita si fa ancora più agguerrita e aggressiva. Il parziale del quarto quarto è l’unico che vede in vantaggio i padroni di casa (19-18), che hanno il merito di aver paralizzato in parte l’attacco molisano.
Nei primi cinque minuti i ragazzi di coach Valente non riescono più a produrre nella metà campo offensiva e il doppio delle palle perse rispetto agli avversari (9-18) è frutto di un periodo giocato ad alta intensità e con tanti errori. Maddaloni mette la testa avanti e dopo cinque minuti il miniparziale è di 14-2 (68-69) per la squadra di casa, che sfiora il capovolgimento di fronte. Nei time out coach Valente prova a rimettere in ordine le cose e i giochi in post servono a ridare carburante alla squadra e a mandare giocatori in lunetta. Alla fine i padroni di casa provano a spendere falli per tentare il tutto per tutto, ma anche dalla lunetta il bilancio dei venafrani è piuttosto positivo (70%). La partita si chiude sul 73-85, siglando per la squadra di coach Valente la prima vittoria in trasferta.
L’averla portata a casa è importante sia in ottica classifica, sia dal punto di vista del morale di un gruppo che diventa settimana dopo settimana più compatto.
Adesso però il calendario ci riserva la parte più critica: dopo la sosta del ponte dei morti, arrivano i match contro le big Agropoli e Avellino e la trasferta di Cercola che pure sarà piuttosto ostica.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi