Sfuma un’occasione importante per la Dynamic

LIONS BISCEGLIE – DYNAMIC VENAFRO 79-73

LIONS BISCEGLIE: Potì 8, Bruno 21, Cucco 7, Di Emidio 4, Chiriatti 18, Cena, Esposito ne, Antonelli 15, Falcone ne, Leggio 6.
DYNAMIC VENAFRO: Migliori 30, Cancelli ne, Liburdi 17, Tamburrini 2, Moretti 8, Casapenta ne, Manzi, Minchella, Kushchev 3, Rossi 13.

 
Si complica la situazione per la Al Discount Dynamic Venafro. Non arrivano i due punti a Bisceglie, malgrado l’ottima prestazione e la vittoria sfumata solo nei minuti finali. Strappare il referto rosa contro la seconda in classifica e, per giunta, su un campo dove nessuno aveva mai vinto sarebbe stata una vera e propria impresa. Eppure i ragazzi di coach Mascio ci sono andati vicino.
La partenza è tortuosa per entrambe le squadre. Il primo canestro arriva solo dopo due minuti abbondanti di gioco. I padroni di casa si portano avanti con un miniparziale di 8-0, mentre i venafrani si sbloccano solo col canestro di Tamburrini al quinto minuto di gioco. Il primo quarto è inoperoso per gli ospiti: chiudono la prima frazione a 6 punti con 3/17 dal campo, mentre sul fronte opposto Potì, Antonelli e Bruno dilagano portandosi sul +11.

Nel secondo periodo, i venafrani provano a rientrare in due occasioni: prima con il tiro da fuori area di Liburdi che porta Venafro al -4, poi con una tripla dello stesso centro venafrano che riapre definitivamente il match a tre minuti e mezzo dalla seconda sirena. La bomba di Kushchev accorcia ancora le distanze e il jumper su penetrazione allo scadere di Rossi porta al sorpasso Venafro. Si torna negli spogliatoi col tabellone luminoso che segna 33-34.

Nella ripresa, il controllo della partita passa nelle mani dei viaggianti, che di fatto dominano il terzo quarto mantenendo sempre il vantaggio, con un Migliori “on fire” che manda dentro quasi tutti i punti ospiti (11 punti su 18 sono i suoi) e chiude la partita con 30 punti e 10 rimbalzi.

I pugliesi però rientrano in partita nel finale, ricucendo il gap e riportandosi in vantaggio con i tiri dalla lunetta di Leggio all’inizio dell’ultima frazione di gioco. I liberi di Chiriatti e la vena realizzativa di Bruno (3/3 da due e 2/3 da tre nel quarto periodo) danno una scossa alla partita e consentono ai Lions di gestire il risultato. La bomba in transizione di Rossi a 4.30 dalla fine sembra riaprire nuovamente i giochi, ma il +4 ospite viene vanificato dalla tripla di Bruno e dagli errori al tiro dei venafrani (3/8 dall’arco dei tre punti nei minuti cruciali del match). A settanta secondi dalla fine, Migliori infila la tripla del -1, ma è Cucco a riportare sul +4 i suoi e ad allontanare definitivamente i viaggianti.
Si cerca di mandare in lunetta Bisceglie per tentare il tutto per tutto, ma Cucco non sbaglia e per la Dynamic il tempo è scaduto. Finisce 79-73 con i Lions Bisceglie che restano saldamente al secondo posto. C’è un pizzico di amarezza in casa Venafro, non tanto per la sconfitta in sé, ma per la maniera in cui è maturata. I gialloblù perdono un’occasione importante in chiave salvezza, considerando il risultato che arriva da Giulianova (90-65 contro Matera).

Evitare i Playout diventa un’impresa ancora più ardua. Nei prossimi due appuntamenti (sabato con Ortona in casa e il 22 a Taranto) è vietato sbagliare, ma bisogna gettare sempre un occhio a Giulianova e sperare in un passo falso degli abruzzesi.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi