C GOLD – Due quarti buoni, poi il buio totale

BASKET VENAFRO – PLANET BASKET CATANZARO 61-80

BASKET VENAFRO: Pignalosa 2, Pirozzi 3, Minchella 4, Pesic 27, Barreiro 2, Cocozza 5, Montanaro 8, Capocci, Santoro, Romanelli, Bandera, Carcillo ne.

PLANET BASKET CATANZARO: Procopio 8, Stolic 2, Miljanic, Fall 22, Commisso 23, Mavric 7, Brugnano, Janic, Rotundo 7, Malkic 11.

 

La cavalcata gialloblù al Pedemontana è durata meno di venti minuti. Dopo due settimane, i venafrani sono tornati davanti al pubblico di casa per provare a vincere una partita che, sulla carta, poteva essere messa in cassaforte. Ma come domenica scorsa a Cercola, la squadra di coach Valente si è fatta rimontare e poi non ha più avuto la forza di reagire.
Un primo quarto giocato discretamente, con un parziale di 12-2 di partenza e tanto gioco offensivo. Catanzaro sembrava stanca, probabilmente provata dal lungo viaggio. In campo, per i primi dieci minuti, solo Venafro: 28 punti fatti e solo 15 subiti alla prima sirena, con Pesic già in doppia cifra a quota 13.
Nel secondo quarto, i calabresi hanno messo la testa fuori dal guscio, recuperando poco alla volta il pesante gap accumulato nella prima frazione di gioco. Pignalosa è stato costretto a uscire per il riacutizzarsi di un problema alla caviglia e non ha fatto più ritorno in campo. Fall, giocatore di grande energia, è entrato definitivamente in partita e l’attacco di coach Di Martino ha iniziato a muoversi in maniera più fluida. Al riposo lungo, i calabresi erano sotto di un solo possesso (38-35).
Nella ripresa, il buio totale. A quattro minuti dalla fine del terzo quarto è arrivata la tripla del pareggio (47-47) e poco dopo quella del sorpasso (49-52). L’attacco ospite ha messo a referto, sia nel secondo quarto che nel terzo, il doppio dei punti dei padroni di casa, che intanto avevano gettato la spugna anche nella fase difensiva.

Nessuna trama di gioco interessante, testa completamente da un’altra parte.

Coach Valente ha concesso qualche minuto in più agli under in questa gara, ma sono stati soprattutto l’apporto dei senior e la coesione di squadra a mancare. 
Dopo la sconfitta di Cercola ci si aspettava una reazione d’orgoglio da parte della squadra, ma questa purtroppo non è arrivata.
Ora la prossima settimana sarà davvero intensa sotto il profilo degli impegni: mercoledì sera ad Avellino ci sarà il recupero della partita con l’Irpinia Basket, e domenica a Pozzuoli l’ostica sfida con Forio Basket.

Sarà fondamentale ricompattare il gruppo e ritrovare un po’ di energia per poter affrontare al meglio queste ultime gare dell’anno.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi