Torna la festa al Pedemontana. Il derby è del Venafro

DYNAMIC VENAFRO: Minchella 4, Rossi 10, Tamburrini, Laguzzi 21, Rinaldi 29, Moretti 13, Carcillo ne, Pirozzi ne, Bandera ne, Gueye 4, Cancelli, Sabetta.

IL GLOBO ISERNIA: Murolo 18, Riccio 19, Razzi 9, Patani 6, Smorra 17, Piazza, Saletti 6, Di nezza ne, Russo ne, Antonicelli, Iovinella.

Torna la festa al Pedemontana e torna in uno dei confronti più attesi della stagione. Il derby del Molise, al di là delle tradizioni e dell’aspetto pittoresco, è sempre stato, negli ultimi anni, uno scontro diretto.
Entrambe con una sola vittoria a carico, le due formazioni erano a caccia dei due punti per staccare il fondo della classifica, specie dopo la vittoria di Patti. Due punti che i venafrani sono riusciti ad incassare non senza difficoltà.
Ed è proprio questo il bello dei derby: i pronostici non esistono, si annullano. La Dynamic è riuscita a schierare per la prima volta dall’inizio della stagione il roster al completo, con Tamburrini non ancora al meglio della forma dopo lo stop di cinque giornate. Sono stati soprattutto i lunghi a battere la carica, Rinaldi col tiro dalla distanza e Laguzzi nelle situazioni di post basso. Ma la vittoria non è stata in discesa, tutt’altro. Coach Canzano ha saputo mettere in difficoltà i padroni di casa. Murolo e Riccio sono stati una spina nel fianco per tutta la partita con i tiri dall’arco dei tre punti, mentre Smorra ha saputo dare energia e punti vitali agli isernini.
In perfetto equilibrio fino a trenta secondi dalla fine, quando proprio l’ex Smorra pareggia i conti con un arresto e tiro dal gomito, la contesa si arena sul 2/2 dalla lunetta di Rinaldi e sull’appoggio mancato da Razzi, che consegna la palla della vittoria ai venafrani.
Il derby si chiude con gli stessi titoli di coda dell’anno scorso, con Rossi che dalla lunetta mette il punto definitivo al confronto.
Si contendono il titolo di MVP Rinaldi (29 punti con 6/10 da 3pt, 2 rimbalzi e 2 assist) e Laguzzi (21 punti, 8 rimbalzi e 5 assist), mentre chiude con 13 punti e 5 assist Moretti nel giorno del suo compleanno, seguito da Rossi a quota 10, con 9 rimbalzi e 4 assist, e da Minchella e Gueye (4).
In doppia cifra per Isernia Murolo (18), Smorra (17) e Riccio (19).

Quattro punti in classifica servono a coach Mascio soprattutto per dare fiducia e alzare il morale della squadra, specie in vista dell’appuntamento di dopodomani con la seconda in classifica Palestrina e di sabato prossimo in casa della Virtus Cassino.
Intanto la sfortuna sembra continuare ad accanirsi contro i venafrani, che, non ancora recuperato Tamburrini, perdono un altro tassello fondamentale: frattura composta dello scafoide per Gioele Moretti, che salterà dunque buona parte del girone di andata.
Nel fine settimana bisognerà riorganizzare le forze per non farsi trovare scoperti nei due importanti confronti che ci aspettano.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi