La Munchies Venafro sconfitta in Gara1

CAMPIONATO REGIONALE DI PROMOZIONE – PLAYOFF

GARA 1: BASKET VENAFRO – ACCADEMIA ISERNIA
59-74

BASKET VENAFRO: Mascio 10, Valente 14, Migliarino 17, Crisci 15, Minchella, Russo 3, Zullo.

ACCADEMIA ISERNIA: Russo 11, Di Bucci 4, Fuschino, Lombardi 6, Bisciotti 8, Werlich 25, Cicchetti 4, Di Nezza 10, Armenti, Di Risio 3, Fuschino A. 3.

Stecca la prima della serie la Munchies Basket Venafro, che ai quarti di finale dei Playoff, becca la sesta classificata Accademia Isernia.
Una Gara 1 con il fattore campo per i venafrani, che però si presentano sul parquet con l’organico ridotto.
Quintetto iniziale con Valente, Mascio, Russo, Migliarino e Crisci, con Minchella e Zullo a dare fiato dalla panchina.
Gli isernini sono invece al completo, con gli innesti dalla serie B di Werlich e Bisciotti.
Un’avversaria, l’Accademia Isernia, che, come è noto, ha spesso dato filo da torcere ai venafrani, nonostante i punti che li separano in classifica.
Stavolta però, i ragazzi di coach Canzano giocano sempre con l’acceleratore inserito ed escono dal campo nel primo quarto con ben 27 punti in cassaforte, frutto non del gioco dei singoli, ma del buon funzionamento della squadra.
I venafrani tuttavia non sono lontani. Alla fine del primo periodo devono recuperare un gap di soli 6 punti.
Quegli stessi 6 punti però, sono il massimo che riescono a fruttare nel secondo quarto, mentre l’Isernia sembra aver ormai preso il largo.
Nei primi minuti nessuna delle due formazioni riesce a trovare il canestro, poi sbloccano Bisciotti e Cicchetti, cui si oppongono solo Valente e Migliarino.
La Munchies appare timida, poco concentrata. Sono molte le palle perse, i passaggi imprecisi, tanti per effetto del pressing a tutto campo dei ragazzi di Canzano.
Werlich chiude la prima metà di gara con un tiro dalla distanza e, al rientro dagli spogliatoi, fa sentire la sua presenza contribuendo con i 12 punti del terzo quarto ad infierire su una avversaria ormai deconcentrata e assente.
Crisci prova a guadagnarsi qualche punto sotto canestro, i padroni di casa vogliono giocarla fino alla fine, ma il pressing troppo asfissiante degli isernini, i contatti al limite del regolare e il cronometro che scorre tendono ad inquietare gli animi e a decretare anzitempo il vincitore.
I venafrani, con Valente, Crisci e Migliarino, riescono a vincere con uno scarto di 10 punti l’ultimo quarto, ma ormai il match è bell’e andato e non c’è altro da fare se non archiviare la brutta prestazione e concentrarsi su Gara 2.
Serviranno tutte le energie e l’attenzione giusta per riaprire i giochi. E bisognerà farlo sul parquet degli avversari.

 

Ufficio stampa Basket Venafro

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi