C SILVER – La Siem Basket Venafro cade a Pescara

ANTONIANA PESCARA – SIEM BASKET VENAFRO 65 – 58

(15-23/34-38/44-45)

Pall. Antoniana Pescara: Di Fonzo 17, Fidani, Di Rino, Schiazza, Ciampoli 7, Di Paolo, Cutolo 10, Testa 8, Miscione, Di Giorgio 4, McCulloch 19, Rybalchenko.

Basket Venafro
: Capasso 1, Dekic 20, Bandera, Minchella 6, De Santis 3, Iuliano, Tamburrini 7, De Santis 6, Cimorelli, De Santis, Riverolde 15.

Inizia male il 2023 della Siem Basket Venafro che sul parquet dell’Antoniana non riesce a conquistare la quinta vittoria consecutiva e lascia i 2 punti ai padroni di casa. Match in bilico fino alla fine, con gli abruzzesi che arrivano più lucidi e convinti nei minuti finali, riuscendo così a far sua la posta in palio.

L’epilogo del primo quarto sembra dar man forte ai pronostici, con i venafrani a condurre il gioco e a chiudere i primi 10 minuti con un bomba allo scadere di Dekic, che sigla un buon +8. Al ritorno in campo dopo il primo mini-break la partita si complica per i gialloblu, messi subito in difficoltà dalla difesa a zona schierata da Coach Pace. L’attacco dei venafrani non è fluido e fa grossa fatica ad andare a referto, ma grazie alle giocate finali di capitan Minchella e del solito Dekic riesce comunque a mantenere un piccolo margine di vantaggio con il quale si porta al riposo lungo.

La strigliata di Coach Valente negli spogliatoi non riesce a svegliare i venafrani, poco convincenti sia in fase offensiva che in fase difensiva. Se le percentuali al tiro non aiutano, la scarsa intensità difensiva non fa altro che chiudere il cerchio e consegna le chiavi della partita nelle mani del nuovo innesto pescarese McCulloch, bravo a sfruttare lo spazio lasciatogli sotto canestro e mettere a referto punti preziosi che valgono il -1 alla fine del terzo periodo.

La Siem sembra tornare sul parquet con la giusta convinzione, andando subito a referto con un contropiede di Tamburrini, che con un bel coast-to-coast va facilmente al ferro. Ma la difficoltà sotto canestro dei venafrani continua e il lungo inglese sfrutta tutti i suoi cm per fare sua l’area e mettere a referto un mini-parziale di 7-0 che conduce i suoi per la prima volta in avanti con un +5 da recuperare per i gialloblu a pochi minuti dalla fine. La formazione di Coach Valente non si arrende e con qualche colpo in canna ancora da sparare pareggia i conti a 30 secondi dalla fine, con una bomba di Riverol e un arresto e tiro di Tamburrini. I gialloblu congelano il cronometro, conducendo capitan Di Fonzo in lunetta dopo solo 3 secondi, che non fallisce il +2 dei padroni di casa. Con il time-out Coach Valente consegna la palla del pareggio nelle mani di Tamburrini che però fallisce la penetrazione e perde le staffe per un presunto fallo non ravvisato, con conseguente fallo tecnico+esplusione che porta gli abruzzesi ad una lotteria di tiri liberi e annesso possesso che chiude definitivamente il match.

Nonostante la sconfitta, la Siem rimane al secondo posto in solitaria, in virtù della sconfitta dell’inseguitrice Torre Spes che cade sotto i colpi della sempre più capolista Teramo Basket e in attesa del big match di oggi tra la Nova Farnese Campli e Atri.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi