C SILVER – La Siem Basket Venafro si aggiudica anche il big match contro l’Atri Basket

ATRI BASKET – SIEM BASKET VENAFRO 99- 101 dts

(22-30/43-46/68-68/87-87)

Atri Basket: Nilsson, De Vincenzo, Loperfido, Di Giorgio, Iannelli, Di Febo, Francia, Di Blasio, Appicciutoli.

Venafro: Capasso 2, Cancelli 5, Dekic 20, Minchella 1, De Santis A. 8, Tamburrini 30, Cimorelli, Riverol 21, De Santis R. 14, De Santis G.

Si chiude nel migliore dei modi il 2022 della Siem Basket Venafro che porta a casa i 2 punti dal difficile parquet di Atri e conquista la quarta vittoria consecutiva che vale il secondo posto in solitaria. Probabilmente la vittoria più bella, ma anche più sofferta per la formazione di Coach Valente, che riesce ad avere la meglio solo dopo un tempo supplementare, trainata da un’instancabile Tamburrini, autore di 30 punti, alcuni dei quali molto pesanti.

I venafrani iniziano il match con il piede puntato sull’acceleratore, mettendo subito in difficoltà i padroni di casa che si trovano bene presto con una doppia cifra di svantaggio. Sono ben 30 i punti messi a referto nei primi 10 minuti dai gialloblu, trainati dai canestri di Dekic e Riverol, ai quali rispondono Nilsson e Iannelli, che consentono agli abruzzesi di tenersi agganciati agli avversari. E’ proprio quest’ultimo a salire in cattedra nel secondo periodo di gioco e a guidare la pronta risposta dei suoi, che trova la Siem impreparata e consente alla squadra di Coach D’Alberto di recuperare terreno di gioco, che vale il -3 prima del riposo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi è Atri ad imporsi, riuscendosi a portare qualche punto in vantaggio a metà del terzo periodo, con la Siem che rimane in scia grazie ai canestri di Tamburrini. E’ proprio lui a siglare il buzzer beater sul finale con una bomba da centrocampo che rimette tutto in parità prima dei 10 minuti finali. Ultimo periodo giocato sul filo del rasoio, con i venafrani decisi a portare a casa i 2 punti, ma sono i padroni di casa alla fine ad assaporare il gusto della vittoria, grazie ad una bomba di De Vincenzo, che fornisce poi l’assist al solito Iannelli per il +2 a un solo possesso dalla fine.

Ma la Siem non ci sta e si affida a Tamburrini, che si carica la squadra sulle spalle e guadagna due liberi in penetrazione, che con grande freddezza mette a referto. Sul capovolgimento di fronte, con 18 secondi ancora da gioca, è De Vincenzo a tentare il tutto per tutto con un tiro dall’arco che si infrange, però, sul ferro e spalanca le porte all’overtime.

Nei 5 minuti aggiuntivi è un continuo botta e risposta a canestro, che fa oscillare il vantaggio da una parte e dall’altra. A meno di un minuto dalla fine De Santis R. fa cifra tonda per i venafrani, con il centesimo punto che vale +1. Sul capovolgimento di fronte Di Giorgio, grazie ad una buona difesa sotto canestro di Capasso, sbaglia l’appoggio e commette poi il fallo tattico che porta De Santis R. in lunetta che fa 1/2 per il +2 Venafro. Coach D’Alberto sfrutta il timeout per la costruzione dell’ultimo tiro nei 18 secondi rimanenti e, così come era accaduto nel finale del quarto periodo, lo affida a De Vincenzo che però nemmeno stavolta è fortunato e centra di nuovo il ferro che consegna la vittoria alla Siem.

Dunque, dopo una partita incredibile, è la Siem a spuntarla, conquistando 2 punti importantissimi che valgono il sorpasso in classifica proprio di Atri e di Torre Spes, uscita sconfitta di un solo punto nel match contro l’Antoniana Pescara, prossima avversaria dei venafrani dopo la sosta natalizia. Tengono il ritmo, invece, le capoliste Teramo 1960 e Campli, che mantengono il +2 di vantaggio sulla Siem, che chiude il 2022 conquistando il secondo posto in solitaria.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi