C SILVER – Il coach della Siem Venafro: “ci stiamo rialzando con determinazione”

BASKET VENAFRO – ATRI BASKET 77-72

(23-12/34-37/55-58/77-72)

BASKET VENAFRO: Cocozza, Capasso ne, Minchella 12, Iuliano, Tamburrini 9, De Santis 16, Romanelli, Santoro, Cancelli 5, Liburdi 35.
.
ATRI BASKET: Mastrodomenico 9, Leonzio 21, Franchi, Francia 7, Di Giorgio 15, Magnolia, Faiazza 2, Astolfi, Catalano 7, Gallié 2, Di Blasio 9.
.
La Siem Basket Venafro chiude con un sorriso questo primo spezzone di campionato. Domenica ci sarà il turno di riposo, poi le ultime giornate prima della fine del girone di andata. Dopo le brutte sconfitte delle scorse settimane – una in trasferta a Teramo, l’altra in casa con la capolista Mosciano -, i gialloblù sono tornati a macinare punti. Domenica scorsa una grande vittoria sul campo dei Roseto Sharks ha ridato morale agli uomini di coach Valente, che nel match di ieri si sono presentati con la giusta motivazione per portare a casa il risultato.
La formazione di Atri Basket non ha reso le cose semplicissime ai venafrani. Dopo un ottimo inizio – nel primo quarto il vantaggio maturato è andato più volte oltre la doppia cifra – la Siem Venafro si è fatta riacciuffare dalla squadra ospite, che si è mantenuta in vantaggio per gran parte del match. I padroni di casa sono stati capaci però di non cedere troppi punti agli avversari e di restare in partita fino all’ultima frazione di gioco. Malgrado i 35 di Liburdi (altra doppia doppia per il centro venafrano), i gialloblù non si sono affidati solo alle conclusioni personali di un singolo giocatore, ma hanno saputo dare un grande contributo collettivo alla causa. Dopo aver chiuso il terzo quarto con uno svantaggio di soli 3 punti, i ragazzi di coach Valente hanno premuto l’acceleratore negli ultimi dieci minuti di gara, mettendo a segno 22 punti contro i 14 della squadra ospite.
.
La strada imboccata sembra essere finalmente quella giusta, anche se il roster è ancora in emergenza dopo la partenza di Sibenik. Ieri De Santis ha risposto bene, ma con una rotazione in meno sarà necessario rafforzarsi nel pacchetto lunghi.
.
Coach Valente, dopo il trend negativo delle ultime settimane, sono arrivati per la Siem Basket Venafro 4 punti importantissimi. È bastata una scossa emotiva per rimettersi in carreggiata?
.
La scossa emotiva indubbiamente c’è stata e ha determinato un approccio molto più produttivo soprattutto in allenamento. Finalmente si sono viste due settimane di allenamento intenso e proficuo e, anche se c’è ancora margine di crescita dal punto di vista dell’applicazione, in generale stiamo andando molto meglio rispetto al passato. L’esser caduti in basso dopo quelle due prestazioni ha fatto sì che ci rialzassimo con determinazione e questo ha portato a macinare punti anche in partita.
.
Quella di ieri è stata la prima partita senza Sibenik e con una rotazione in meno. Sei soddisfatto di come ha reagito la squadra? Gli under diventano sempre più preziosi per dare qualche minuto di respiro al quintetto titolare?
.
Per quanto riguarda i singoli, nella partita di ieri emerge ovviamente il tabellino di Mauro (Liburdi, ndr), ma credo che quella di ieri sia stata una prestazione corale, positiva perché ognuno nelle proprie disponibilità è riuscito a metterci qualcosa. Sono molto soddisfatto di come stanno lavorando gli under: stanno avendo una crescita costante e qualche soddisfazione dal punto di vista del minutaggio se la stanno prendendo già da diverse partite a questa parte. Poi una menzione speciale va sicuramente ad Angelo (De Santis, ndr), perché ha messo a frutto la partita migliore della stagione. In allenamento gli ripeto tantissime volte che manca di aggressività, ma questa aggressività domenica l’ha mostrata. Io credo che se lui si applicasse in questo modo, questo tipo di prestazione potrebbe diventare una costante e non solo un season high di stagione.
.
A girone di andata quasi ultimato, te la senti di fare previsioni?
.
Non voglio fare nessun tipo di pronostico perché abbiamo una trasferta contro una squadra che non conosciamo minimamente (Antoniana Pescara) e può succedere di tutto. Poi abbiamo la partita finale con Spes, che sta ottenendo buoni risultati ed è candidata a stare tra le prime 4. Anche noi al momento vorremo chiudere tra le prime 4, però non abbiamo ancora visto tutte le squadre e dare un giudizio definitivo non è ancora possibile. Siamo sul mercato per trovare un sostituto di Sibenik, tante cose possono ancora succedere, per cui non siamo ancora in condizione di fare un pronostico, cosa che invece si potrà fare una volta viste tutte le squadre e il tipo di rinforzo che riusciremo ad avere.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi