C Silver – Per Natale arrivano i due punti

BASKET VENAFRO: Liburdi 15, Minchella ne, De Santis, Capocci 4, Carcillo 15, Montanaro 15, Casapenta 7, Cocozza 5, Bandera ne, Santoro ne, Romanelli.

VIRTUS CURTI: Spallieri 4, Porfido 27, Ceriello 10, Cappabianca 9, Spina ne, Ciccone 2, Guerriero 8, Munno ne, Gianfrancesco, Di Lorenzo.

Finalmente si sorride al Pedemontana, per una vittoria che mancava ormai da troppo tempo. Quella con Curti è stata l’ultima partita del 2018, ma anche la penultima di un girone di andata caratterizzato più da bassi che da alti. Certo gli infortuni non hanno aiutato, così come neppure l’assenza di un lungo titolare alle prime uscite ufficiali, ma la cattiveria agonistica e la forza mentale necessaria per portare a casa le partite non è sempre stata costante in questa prima metà di campionato.

Nella gara di ieri si è vista un po’ di quella voglia che è mancata in tante occasioni e il referto rosa è arrivato. Sudato e sofferto, ma è arrivato. 

Con Curti, fanalino di coda del campionato, la sfida era decisiva. Con l’innesto di Porfido, il livello della squadra ospite si è alzato ed è stato proprio il numero 7 in maglia azzurra a trascinare i campani per tutti i quaranta minuti. I suoi 27 punti – con cinque bombe dall’arco dei 3 punti – hanno tenuto Curti pericolosamente in partita. 

Il match si è giocato sul filo dell’equilibrio nel punteggio, senza importanti break né da una parte né dall’altra. Nel terzo periodo, il più prolifico dal punto di vista realizzativo (22 punti), i ragazzi di coach Valente – privati per l’occasione sia di Minchella che di Pirozzi – sono riusciti a portarsi avanti soprattutto grazie ai punti degli esterni, con Montanaro e Carcillo  che hanno chiuso a quota 15 e Casapenta a 7.

Il terzo quarto si sarebbe chiuso col vantaggio in doppia cifra se non fosse stato per il fallo commesso allo scadere che ha regalato al capitano Guerriero tre punti facili dalla linea del tiro libero (54-47). 

Nei minuti finali la tensione è andata inevitabilmente crescendo, e a farne le spese sono stati proprio Porfido e Liburdi, cacciati dal duo arbitrale per doppio tecnico.

Curti è riuscita a risalire e a pareggiare la partita con il libero di Ciccone (60-60), ma Montanaro si è guadagnato il fallo che gli ha consegnato nelle mani i punti della vittoria. L’1/2 dalla lunetta stavolta è bastato per chiudere i giochi, perché nei tre secondi  finali il tentativo dei viaggianti di ribaltare il risultato non è andato a buon fine.

I due punti guadagnati con Curti sono indispensabili per ridare un po’ di fiducia all’ambiente e per trascorrere in serenità le festività di Natale, prima dell’ultima di andata prevista per il 4 gennaio a Cava dei Tirreni.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi