La Tiber Roma beffa la Dynamic nel finale

DYNAMIC VENAFRO: Rossi 12, Minchella 5, Rinaldi 23, Tamburrini 21, Pirozzi ne, Carcillo ne, Casapenta ne, Gueye 5, Cancelli 5, Laguzzi 10, Bandera ne.

TIBER BASKET: Padovani 5, Bertoldo 22, Reali 2, Ridolfi 8, Algeri 15, Dal Sasso 2, Valentini, Frisari, Napolitano 30, Perna.

Il successo della Tiber Roma nel finale dell’undicesima giornata di campionato ha gelato il Pedemontana.

Il gioco da tre punti di Bertoldo, con penetrazione e fallo subito a venti secondi dalla fine, ha messo il sigillo su un match che la Dynamic Venafro sembrava poter portare a casa.

Con il recupero di Tamburrini, scatenato sin dall’avvio, i gialloblù hanno recuperato fiato e gambe. Il numero 11 di casa (in doppia cifra già alla fine del primo periodo), infortunatosi alla prima giornata, ha battuto la carica per la squadra del presidente Di Giovanni, ancora sull’onda dell’entusiasmo per la vittoria esterna di domenica scorsa.

La partita con la Tiber Roma, a quota 8 in classifica prima della palla a due, rappresentava un test importante per racimolare punti e mettersi a distanza di sicurezza dalla zona playout. Ma il match con i capitolini si è fatto subito insidioso. I gialloblù hanno faticato a trovare giocate pulite con la difesa schierata. Rinaldi e Laguzzi hanno fatto il lavoro sporco strappando punti fondamentali nell’economia della gara, ma la difesa asfissiante dei viaggianti, i frequenti contatti in area e in uscita dai blocchi, la pressione sulle rimesse e la crescente fiducia nella squadra ospite hanno contribuito ad aumentare la stretta sui padroni di casa.

La spina nel fianco dei venafrani ha la faccia di Napolitano, MVP un po’ a sorpresa della serata, che ha piazzato 8 bombe dall’arco nei frangenti più caldi della contesa e ha chiuso con 30 punti una partita con il 67% al tiro.

Negli ultimi dieci minuti di gara, gli uomini di coach Polidori si sono portati avanti in più di un’occasione, ribaltando l’inerzia del match. Le triple di Rossi, Cancelli e Rinaldi hanno tenuto aperta la contesa fino agli spiccioli finali, ma a venti secondi dalla fine Bertoldo si butta in area, subisce fallo e realizza i canestri che regalano alla Tiber il +3.

Non entra la tripla di Rossi sullo scarico di Tamburrini e neppure il tiro di Rinaldi su rimbalzo d’attacco conquistato. La sirena segna la fine dei giochi e consegna il referto rosa alla squadra ospite.

Era un risultato che si poteva e si doveva conquistare per dare maggior respiro alla classifica e agganciare una diretta concorrente. Ora l’attenzione si sposta sulla Calabria, dove la Dynamic sarà ospite nella serata di giovedì prossimo, prima di tornare al Pedemontana ad affrontare l’altra romana del girone.

Due appuntamenti importanti per i venafrani, che dovranno farsi trovare pronti per trarne il massimo risultato.

Attachment

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi